lunedì , giugno 17 2019
Home / Medicina Oggi / Al centro di cultura Rishi seminari su Introduzione allo Yoga e respirazione. Iscrizioni aperte
Al centro di cultura Rishi seminari su Introduzione allo Yoga e respirazione. Iscrizioni aperte

Al centro di cultura Rishi seminari su Introduzione allo Yoga e respirazione. Iscrizioni aperte

Introduzione allo Yoga: principi
esoterico-filosofici della respirazione” e “Purificazione,
pulizia, digiuno: nuove frontiere dell’alimentazione” sono i titoli dei due
seminari che saranno tenuti a Palermo dal
Maestro YogiRaj Aruna Nath Giri,
su iniziativa del Centro di Cultura
Rishi.

Il primo, “Introduzione allo Yoga: principi esoterico-filosofici della respirazione”, è un seminario di primo livello alle discipline Yoga e alle principali tecniche di respirazione, che sarà tenuto a Palermo nei locali del centro Barag 2 di via De Spuches 3 a partire dal prossimo 1 aprile e si svolgerà in otto sessioni. Il seminario sarà preceduto da un incontro introduttivo aperto a tutti, in programma sabato 30 marzo, alle 19, sempre nei locali del Centro Barag 2 di via De Spuches 3.

“Purificazione, pulizia, digiuno: nuove frontiere dell’alimentazione” è il titolo del seminario di terzo livello, in programma al Centro di cultura Rishi di via Salvatore Bono 19, che durerà per 14 sessioni, a partire dal 25 marzo. Anche in questo caso, il seminario sarà preceduto da una presentazione introduttiva aperta a tutti, che si svolgerà domenica 24 marzo, alle 19, al centro di via Salvatore Bono 19.

È già possibile iscriversi o chiedere informazioni su costi e modalità di partecipazione ai due seminari, telefonando per “Introduzione allo Yoga” al numero 3383062837 o scrivendo una mail a barag2@centroculturarishi.it e per “Purificazione, pulizia, digiuno” al numero 091-6253740 o via mail rishi@centroculturarishi.it. Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito internet www.centroculturarishi.it.

Il
Seminario di primo livello “Introduzione
allo Yoga: principi esoterico-filosofici della respirazione” ha come
obiettivo l’introduzione dei concetti e delle tecniche di base per la presa di
coscienza della respirazione, mettendo in evidenza gli aspetti esoterici e
filosofici. Lo sviluppo della coscienza del corpo viene attuata tramite
semplici posture che hanno il compito di stimolare muscoli ed articolazioni. La
respirazione stimola il piano energetico e fa scoprire quanto la respirazione
automatica, che l’essere umano usa normalmente nella sua vita quotidiana, sia
molto lontana dalla respirazione profonda dello Yoga. La coscienza del piano
mentale viene ottenuta attraverso tecniche di concentrazione e di rilassamento
via via sempre più articolate.

Saranno
introdotte anche le basi teoriche dello Ashtanga Yoga e tutte le tecniche
saranno sviluppate con un approccio graduale che consentirà al corpo di
adattarsi senza stress a una nuova qualità della vita.

Il
Seminario di terzo livello “Purificazione
riguarda la pulizia dell’essere umano, pulizia, digiuno: nuove frontiere
dell’alimentazione”. Per aprire la coscienza
dell’essere umano diamo molta importanza alla pulizia, che si relaziona con la
purezza. Il terzo è un livello speciale perchè ci mette in una situazione di
emergenza e ci fa vedere la nostra relazione col cibo. Il nostro organismo è un
esempio evidente di purificazione, perché attraverso i processi di
trasformazione lavora costantemente. Lo scopo del seminario è andare oltre
all’idea di una pulizia esclusivamente esteriore dell’essere umano, per
purificare noi stessi anche internamente. In altre parole, una purificazione
che sia anche emozionale, mentale e interiore.

Il Maestro Yogi Raj Aruna Nath
Giri è nato in
Argentina nel 1941. Nel 1969, dopo anni vissuti in Europa, visita l’Oriente e
conosce in India il Maestro Yogarishi Dr. Swami Gitananda col quale trascorre
un anno. Durante questo lasso di tempo approfondisce la conoscenza dell’essenza
delle tecniche della cultura dello Yoga dei Rishi, e viaggia per tutta l’India
visitando luoghi sacri ed incontrando Maestri di elevata spiritualità. Al
ritorno in Europa sviluppa la pratica dello yoga ed inizia ad insegnare in
diversi paesi tra i quali la Francia, la Danimarca e l’Italia. Allo stesso
tempo amplia la propria ricerca scientifica seguendo le linee più avanzate nel
campo della neurologia e della nutrizione cellulare. Nella sua evoluzione
spirituale riesce a fondere tali conoscenze con l’obiettivo di elevare la
coscienza dell’essere umano e sviluppare tutto il suo potenziale. Nei primi
anni 80 Aruna Nath Giri si trasferisce in Sicilia, a Palermo, dove fonda il
Centro di Cultura Rishi oggi riconosciuto a livello internazionale. l suo
sapere, che gli deriva dell’antica Cultura dei Rishi e non solo, è una sfida
per l’uomo del nuovo millennio, qualsiasi sia la sua condizione sociale o la
sua età. Secondo i suoi insegnamenti, la Scienza e la Spiritualità possono oggi
portarci sinergicamente a comprendere la struttura fisica, mentale e psichica
del nostro essere e tutte le sue potenzialità.

Il
Centro di Cultura Rishi è stato
fondato dal Maestro Yogi Raj Aruna Nath Giri nei primi anni 80 a Palermo. Nasce
come associazione senza scopo di lucro e la presentazione migliore che si può
fare del Centro è quella di leggere un brano dal suo statuto: “Il Centro
di Cultura Rishi ha lo scopo di promuovere, approfondire e diffondere la
ricerca, lo studio e la pratica delle dottrine filosofiche-scientifiche
universali, quali metodi di ricerca, formazione ed evoluzione dell’individuo.

Il
Centro si propone,  in  particolare, la promozione e l’approfondimento
e la diffusione della ricerca e dello studio delle dottrine e della pratica
dello YOGA. Si propone altresì il raggiungimento degli scopi sociali attraverso
la diffusione della pratica della medicina e dell’alimentazione naturale.

A Palermo sono attivi, oltre alla sede ‘storica’ di via Salvatore Bono, anche il Centro di Cultura Rishi Akiti di Via Lombardia 19, il Centro di Cultura Rishi Barag 1 e il Centro di Cultura Rishi Barag 2 rispettivamente in via De Spuches 7 e 3.

Leggi Anche

Kompatscher al Forum sull'Europa di Wachau

Kompatscher al Forum sull’Europa di Wachau

Da 24 anni il Forum sull’Europa di Wachau rappresenta un punto di incontro e confronto …