domenica , giugno 24 2018
Home / Sessualità e Amore / Al Teatro Reims, due settimane con Gaia Nanni e Alessandro Riccio

Al Teatro Reims, due settimane con Gaia Nanni e Alessandro Riccio

Firenze, 13 marzo 2018 – Una mini rassegna quella proposta nel mese di marzo al Teatro Reims dalla casa di produzione Tedavi’98 che vede protagonista l’amore nelle sue mille sfaccettature. Il primo appuntamento, in cartellone dal 13 al 18 Marzo, è con il delicatissimo e divertente “La meccanica dell’amore”, portato in scena da Alessandro Riccio e Gaia Nanni. Spettacolo tenero e attualissimo sullo scontro fra l’uomo e la moderna, e sempre più invadente, tecnologia. Qui però non siamo in una futuristica Odissea ma nella casa di un vecchio pensionato: Orlando è un anziano signore un po’ schivo e abituato a vivere in modo disordinato, che sarà costretto a prendere in casa, pena il trasferimento in un ospizio, una cameriera robot per aiutarlo nelle faccende domestiche. Si troverà quindi ad affrontare una serie di problematiche, prima di tutto tecnologiche, con quella che risulterà essere una colf tutt’altro che “ordinaria”.

“Mi sono ispirato al film anni ’80 di Alberto Sordi “Io e Caterina”; – spiega Riccio – lo spettacolo è indubbiamente comico ma racconta anche le costrizioni che l’attuale società impone ai nostri modi di vivere”. Gaia Nanni recita nel ruolo della donna robot. “La cameriera robot, – dice – programmata per fare le pulizie, vive inconsapevolmente una privazione di libertà facendo così da specchio alla vita di Orlando e permettendole di riscattarsi in un finale che lascerà tutti stupiti. Lavorare alla caratterizzazione così forte di un personaggio è stata una bella sfida per me, anche se la cosa più difficile, stando al fianco di Alessandro, è quella di non ridere”.
Grazie a questa sua interpretazione, Gaia Nanni ha peraltro ricevuto una doppia segnalazione ai prestigiosi “Premi Ubu” del 2013.
Trailer: www.youtube.com/watch?v=T1cMv6TAAwc. Info: www.tedavi98.it/la_meccanica_dell%27amore.htm

E la prossima settimana, dal 22 al 25 marzo, i due attori porteranno in scena, sempre al Teatro Reims, un altro testo di Alessandro Riccio altrettanto tenero e divertente: “H come amore”, una pièce delicata incentrata su un tema che resta ancora oggi un tabù: la sessualità nel mondo dei disabili.
Alessandro è Stefano, o meglio Stefanino, come lo chiamano tutti, un uomo di 36 anni, portatore di Handicap (ecco la prima H), che vive isolato tra le quattro mura domestiche, amato e protetto dai pregiudizi del mondo esterno dalla madre, donna coraggiosa che ha capito che, anche per quel figlio-bambino prigioniero nel corpo di un uomo, la sessualità e l’amore sono un diritto, una componente imprescindibile della vita. Per questo assolda una prostituta russa, Halina, l’altra “H”, interpretata da Gaia Nanni. Dall’incontro tra queste due anime emarginate dalla società nasce un dialogo dapprima comico e impacciato e poi sempre più tenero, sincero e commovente, profondamente umano.

Trailer

Teatro Reims Via Reims, 30 – Firenze. Info e prenotazioni: 3894563478 – prenotazioni@tedavi98.it.

Leggi Anche

Alanis Morissette: «Ero malata d'amore e ora sono guarita»

Alanis Morissette: «Ero malata d’amore e ora sono guarita»

A un certo punto della telefonata, passiamo in rassegna le sue canzoni più famose. Per …