martedì , febbraio 19 2019
Home / Sessualità e Amore / Cibi afrodisiaci: mangiare fa bene all’amore. Scopri perchè
Cibi afrodisiaci: mangiare fa bene all'amore. Scopri perchè

Cibi afrodisiaci: mangiare fa bene all’amore. Scopri perchè

Stimolano la passione: San Valentino può essere la giusta occasione in cui utilizzarli e regalare dolci momenti di trasgressione. 

 

COSENZA – Cibi afrodisiaci, un legame indissolubile quello che si è creato tra l’amore e la buona cucina! Perché si sa, mangiare in compagnia ha un valore diverso, condividere il pasto con le persone che ci stanno a cuore, arricchisce quel cibo con un’energia migliore. Grazie alla dea dell’amore Afrodite, si è coniato in seguito il termine ‘afrodisiaco’ utilizzato comunemente nel corso dei tempi per indicare la capacità di un cibo di stimolare la sensualità nell’uomo quanto nella donna. Fra mito e realtà, forma e colore, odore e sapore, il cibo è sempre stato associato e ricondotto alla sessualità e stimolato le più inconfessabili fantasie. Di fatto per l’azione esercitata sulla circolazione sanguigna esistono davvero alcuni cibi che hanno un’azione concreta nei confronti della libido o verso le disfunzioni erettili. Parlare di cibo non vuol dire solo parlare di diete, ma anche e soprattutto di piacere!

Cosa c’è di meglio di una cena romantica passata in compagnia di chi scalda il nostro cuore?

La tradizione vuole che proprio il 14 febbraio sia la festa degli innamorati e di tutti coloro che condividono una passione. È buona usanza incontrarsi e condividere una cena o un momento in cui il cibo diventa accompagnatore perfetto dell’atmosfera. Quando si pensa ad una cena romantica vengono in mente candele profumate, musica di sottofondo, fiori e, perché no, qualche piatto a base di cibi afrodisiaci. Secolo dopo secolo, attraversando culture differenti molto attente a sfruttare ciò che la natura offriva loro, alcuni cibi sono giunti fino ai giorni nostri mantenendo la loro reputazione di alimenti afrodisiaci.  Creare qualcosa di nuovo, sperimentare una nuova ricetta, utilizzare un ingrediente segreto per massimizzare il piacere di quella giornata si può, basta conoscere le proprietà segrete dei cibi e scegliere i giusti cibi afrodisiaci. Per prima cosa non può mancare un buon bicchiere di vino rosso perché riduce le inibizioni a carico del sistema nervoso centrale, ma attenti a non esagerare! Si può iniziare la cena con una insalata a base di avocado e noci: l’avocado ha moltissime proprietà benefiche e già nell’antichità era considerato un cibo afrodisiaco per la sua forma che richiama l’organo fallico. In realtà è per l’elevato contenuto di proprietà nutritive che donano vigore ed energia che l’avocado si dimostra un cibo afrodisiaco. Si può continuare con una pietanza dal sapore piccante perché si sa, il peperoncino accende il desiderio e libera gli istinti. E per finire? Non può mancare un dolce a base di cioccolato, afrodisiaco per eccellenza, ricco di feniletilamina, sostanza che il nostro organismo produce naturalmente quando ci innamoriamo o il nostro cuore inizia a battere per qualcuno.

Una bella ricetta gustosta

Volete stupire il vostro partner con una ricetta afrodisiaca e allo stesso tempo leggera che vi permetta di provare piacere senza sensi di colpa? Ecco la torta al cioccolato a basso indice glicemico.

Ingredienti:

3 uova
80 grammi di zucchero di canna integrale
100 grammi di cocco grattugiato
100 grammi di farina di mandorle
100 grammi di farina di farro integrale
1 vasetto di yogurt magro bio
40 grammi di burro ghee
1 cucchiaino di lievito bio
½ cucchiaino di bicarbonato purissimo

Dividete i tuorli dall’albume e montate a neve gli albumi. Unite tuorli e zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Poi aggiungete il burro ghee, lo yogurt e le farine, mescolando di volta in volta. Unite il  lievito e il bicarbonato, infine gli albumi montati a neve. Infornate per 30 minuti a 180 gradi. Quando la torta diventa tiepida, tagliatela a metà e farcitela all’interno con una crema di cioccolato preparata con 100 grammi di cioccolato fondente al 70% sciolto con 200 ml di panna di cocco e 3 cucchiaini di stevia. Per un effetto più goloso, ricoprite la torta anche all’esterno con glassa al cioccolato.

Cibi afrodisiaci, quali sono?

Il desiderio sessuale ha due componenti fondamentali, una fisiologica legata a fattori metabolici ed una psichica, legata a stimoli emotivi. Quest’ultimo aspetto è fondamentale in quanto agisce potenziando i meccanismi fisiologici che danno origine al desiderio. I cibi afrodisiaci agiscono con tutta probabilità su questa componente ‘mentale’ contribuendo a scatenare fantasie e ad attivare circuiti vascolari in grado di migliorare l’intimità di coppia. Non ci sforzeremo pertanto di ricercare le basi scientifiche su cui si fonda il potere afrodisiaco di certi cibi: ci limiteremo soltanto ad elencare una serie di alimenti a cui la tradizione popolare attribuisce proprietà afrodisiache.

L’anice è un afrodisiaco molto popolare e dai mille usi. Fu utilizzato come cibo afrodisiaco già dai Greci e dai Romani che gli attribuirono speciali poteri. Masticare i semi di anice dovrebbe quindi contribuire a rinvigorire i propri desideri sessuali.
Gli asparagi grazie anche al suo aspetto, l’asparago è da sempre considerato un alimento afrodisiaco
L’ avocado gli antichi Atzechi chiamavano l’avocado “l’albero testicolo”, anche a causa della forma del frutto.
Il caviale è un cibo ricco di zinco, un minerale essenziale per la formazione dello sperma.
Lo champagne la fama ed il prestigio di questo vino, associato all’azione inibitoria ed eccitante dell’alcol, è ciò che serve per dare un tocco di romanticità e sensualità alla serata
Cacaco e cioccolato per gli Atzechi era il cibo degli dei. Il cioccolato, quello buono, è ricco di antiossidanti e sostanze eccitanti come la teobromina e la feniletilamina.
Fico utilizzato dagli antichi Greci per celebrare i raccolti durante un rito propiziatorio a sfondo sessuale.
Mandorla forma e ricchezza in nutrienti fanno della mandorla un altro cibo dalle presunte proprietà afrodisiache
Peperoncino spezia molto conosciuta ed apprezzata grazie anche alle sue presunte proprietà afrodisiache. Grazie ad alcune sostanze in esso contenute il peperoncino stimola la vasodilatazione periferica aumentando l’afflusso di sangue agli organi genitali. Per questo motivo il peperoncino è con tutta probabilità l’alimento che più di ogni altro possiede delle reali basi scientifiche sui cui si fondano le sue proprietà afrodisiache.

Ostriche e molluschi conosciuti ed apprezzati sin dai romani per le loro proprietà afrodisiache, sono inoltre molto ricchi di nutrienti e minerali. Possono essere consumati con una certa tranquillità anche da chi soffre di colesterolo alto (stando comunque attenti a non esagerare).
Aglio Prima di storcere il naso, considerate che è ritenuto il viagra dei poveri: infatti è tonico e stimola la circolazione. Devono mangiarlo lui e lei, altrimenti si rischia di finire in bianco. Idem per la cipolla.
Avocado È saporito, morbido e cremoso, contiene ottimi grassi, vari minerali, vitamine e antiossidanti: quasi un superfood. Lo sapevate che il termine atzeco per indicarlo significa “testicolo”?
Cannella stimolante, digestiva e carminativa, per la medicina ayurvedica è un rimedio contro l’impotenza.
Mais favorisce il rialzo della dopamina, che è amica dell’eros. Sotto forma di chicchi, ha un bel colore vivo e una gradevole croccantezza.
Ortica stimola la circolazione, fa il pieno di minerali, depura, tonifica. Un po’ presto per trovarla, ma non vorrete fermarvi con San Valentino!
Rosmarino Tonico, stimolante, rinvigorente e nemico della stanchezza, il profumato rosmarino stimola gusto e olfatto.
Rucola Non sarà un caso se, intorno alle statue di Priapo dal grande fallo, i romani piantavano rucola. Di certo è digestiva, quindi non superflua!
Salvia ha una sostanza affine agli estrogeni che la rende uno stimolante per lei.
Santoreggia È stimolante per le ghiandole cortico-surrenali, legate alla sessualità.
Sedano e sedano rapa. Le forme sono evocatrici, le proprietà stimolanti delle ghiandole sessuali non mancano, tanto meno la capacità rimineralizzante, digestiva, rinfrescante…
Tartufo I cibi costosi hanno la fama di afrodisiaci, ma per il tartufo un fondo di verità c’è. Infatti contiene un ormone (androstenediolo) presente nel maiale maschio e nel sudore umano.
Zafferano contiene sostanze ormonosimili, favorisce il buonumore e ha un bel colore!
Zenzero contiene zinco, capace di regolare il testosterone nella prostata. Poi è digestivo e antigas, e ha un gusto davvero stimolante!

Il modo con cui tutti questi cibi e spezie vengono associati e preparati è fondamentale per conservare il loro potere afrodisiaco. Per conquistare il partner è quindi molto importante curare, oltre agli ingredienti, anche la presentazione del piatto ed i suoi aromi. Le ricette di cucina sono un bene universale estremamente democratico, un tesoro che appartiene a tutti e che come le sette note può essere combinato in migliaia e migliaia di modi e diventare personale,erotico, a volte unico. Buon appetito!

Leggi Anche

Martedì 19 febbraio, le previsioni nell’oroscopo di Paolo Fox

Martedì 19 febbraio, le previsioni nell’oroscopo di Paolo Fox

Condividi! Come sarà la giornata di oggi, martedì 19 febbraio? Scopriamo con le previsioni dell’oroscopo …