venerdì , luglio 19 2019
Home / Viaggiare / Ecco la "morte" di un fronte atlantico…
Ecco la "morte" di un fronte atlantico...

Ecco la "morte" di un fronte atlantico…

I fronti atlantici “classici” sono diventata merce molto rara per la nostra Penisola. Ormai per avere la pioggia ci si affida a perturbazioni da nord o da est; questa nuova sinottica impone però una maggiore irregolarità degli accumuli piovosi, con alcune zone che possono anche restare a secco. 

La perturbazione che oggi appare nelle immagini satellitari sulla Penisola Iberica avrebbe le carte in regola per portare piogge ben distribuite sulle regioni settentrionali e centrali; in un tempo non troppo lontano questo progetto sarebbe forse andato a buon fine. Negli ultimi anni, invece, c’è sempre qualche ostacolo pressorio che impedisce il movimento naturale delle perturbazioni da ovest verso est. 

Osservate la perturbazione presente oggi sulla Penisola Iberica

Il fronte sembra in posizione di attacco; un tempo, perturbazioni di questo tipo impiegavano 36-48 ore prima di raggiungere la nostra Penisola con piogge di buona fattura. Adesso è tutto più complicato e l’arrivo di un fronte atlantico da ovest è “missione quasi impossibile” per l’Italia

La perturbazione proverà ad avanzare verso di noi, ma osservate la scritta al centro dell’immagine “Alta pressione in rinforzo”…si, è sempre lei a mettere i bastoni tra le ruote ai fronti perturbati occidentali. 

In altre parole, la perturbazione avanzerà fino alla Francia; successivamente l’aumento pressorio troppo spinto che si avrà DAVANTI al fronte medesimo imporrà prima un rallentamento, poi una sua lenta disgregazione lasciando al nord Italia solo le briciole. 

Ecco come si presenterà la medesima perturbazione alle 14 di domani, martedi 16 aprile: 

Il sistema sarà ormai completamente occluso, ovvero invecchiato. Notate inoltre come il fronte navigherà in acque avverse, con la pressione che tenderà ad aumentare nel suo incedere verso levante INVECE DI DIMINUIRE come dovrebbe in teoria succedere!

Insomma, da ovest non arriva più nulla: o ci sono alte pressioni enormi che chiudono il transito dei fronti (come capita ormai ogni inverno), oppure se questi sono presenti, non hanno più la forza di arrivare integri fino in Italia

Si può far finta di niente, ma quello appena descritto è un cambiamento climatico bello e buono. Non sappiamo se sarà reversibile o irreversibile, tuttavia la spinta atlantica che cadenzava il clima delle medie latitudini sembra essere scomparsa…e questa non è assolutamente una bella cosa!

 

Leggi Anche

I fatti di oggi, giovedì 18 luglio 2019

I fatti di oggi, giovedì 18 luglio 2019

Oggi è giovedì 18 luglio e – se fosse ancora tra noi – Nelson Mandela …