lunedì , maggio 27 2019
Home / Medicina Oggi / "Giù le mani dalla sanità pubblica", incontro al Cesano
"Giù le mani dalla sanità pubblica", incontro al Cesano

"Giù le mani dalla sanità pubblica", incontro al Cesano

Senigallia 15/03/2019
– Dopo le notizie artatamente tranquillizzanti del Sindaco Mangialardi in un faccia a
faccia radiofonico con il Comitato Cittadino a difesa dell’Ospedale di Senigallia sulla situazione
sanitaria del nostro Ospedale i risultati sanitari, purtroppo recentissimi e aggiornati della nostra
Area vasta2, sono questi: 4 PRIMARI A JESI, 1 PRIMARIO A FABRIANO, 0 (ZERO)
PRIMARI A SENIGALLIA! Che il Sig. Mangialardi sia leggermente confuso?

E per fortuna che lui dice di confrontarsi sempre con i Sindaci dei territori che compongono l’Area Vaste 2. Se è lecito per fare cosa, se questi sono i risultati? lo farà mica per approvare il loro potenziamento e il nostro declassamento?

Purtroppo questo non ci è stato possibile chiederlo in quanto non ci è stato dato diritto di replica e le domande che gli avremmo poste e che ora poniamo ai cittadini sono rimaste in sospeso.

Certo il demerito non è tutto suo in quanto la politica sanitaria viene decisa a livello Regionale (dall’algoritmo di Ceriscioli C. che certamente comprende anche il Presidente della Commissione Sanità Regionale Dr. Volpini) ma lui certamente, quale massima autorità sanitaria comunale per il ruolo di Sindaco che ricopre, non ha mosso un dito pur se sollecitato dal Comitato Cittadino ormai da ben 2 anni.

Cari concittadini se ci avessero dato la possibilità e il tempo necessario avremmo rivolto al Sig. Mangialardi le seguenti domande:

1) è consapevole che all’Ospedale di Senigallia sono state tolte (senza più Primari ne facenti funzioni) 7 Unità Operative Complesse?

2) è consapevole che questi Reparti, privi anche di autonomia gestionale (risorse economiche) sono diventati servizi di Jesi e Fabriano e che tutte le scelte, (strumentazione, personale, documentazione) tutto passa prima di là e che solo a fine anno se c’è qualche avanzo viene assegnato alla Radiologia, all’Otorino, all’Oncologia, all’Oculistica etc…?

3) è consapevole che al momento nonostante tutte le promesse le parole e tutto il resto al momento non esiste l’Utic su nessun documento nonostante tutti vi accanite a dire che esiste? E che i medici, ad oggi, sono la metà di quelli necessari per i 26 posti letto del Reparto?

4) è consapevole che per il Reparto di Gastroenterologia, nonostante voi (plurale maiestatis!) diciate di aver assunto medici di quà e di là, al momento non siano stati riattivati i posti letto tolti a luglio 2018? Forse perché i medici sono insufficienti?

Certo queste sono domande secche che però, se avessimo la possibilità di argomentarle documenteremo in modo più approfondito per far meglio comprendere ai cittadini lo scellerato progetto sanitario in atto nella nostra regione.

Ma noi non demordiamo e al prossimo INCONTRO CITTADINO – VENERDI 22 MARZO 2019 ORE 21 – LA MARINA PRO CESANO – VIA TERZA STRADA, 4 – CESANO DI SENIGALLIA informeremo i cittadini in merito a queste problematiche importantissime per la salute dei cittadini. #FACCIAMOCI SENTIRE

Leggi Anche

Deficit di erezione, prostatiti i disturbi più frequenti del maschio. Aumenta il tumore del testicolo

Deficit di erezione, prostatiti i disturbi più frequenti del maschio. Aumenta il tumore del testicolo

Nel corso dell’indagine condotta dall’Associazione Andrologi Italiani, sono stati intervistati negli ambulatori di medicina generale …