domenica , ottobre 21 2018
Home / Viaggiare / La location per il matrimonio? 18 indirizzi da sogno tra cui scegliere …
La location per il matrimonio? 18 indirizzi da sogno tra cui scegliere ...

La location per il matrimonio? 18 indirizzi da sogno tra cui scegliere …

Sfoglia la gallery

Il primo consiglio agli sposi?
Non farsi confondere dalla location: meglio delimitare la zona geografica e fare una ricerca che assecondi lo stile del matrimonio, o la cucina. Certi luoghi vanno prenotati anche due stagioni prima! La mia prima missione è questa, individuare il posto perfetto.

C’è sempre chi è incerto fra l’Italia e l’estero…
Dico sempre che l’Italia è un Paese splendido: è vero, stiamo organizzando una cerimonia invernale a Miami, ma sempre più persone scelgono di restare qui. Le destinazioni sono infinite: ho visto meraviglie fra piccoli borghi umbri, cittadine dell’entroterra veneto, o la Riviera del Conero. Minuscoli teatri di paese che nessuno sognerebbe, spiagge segrete da favola… l’importante è cercare, e farlo bene.

Un errore da evitare?
Rinunciare al wedding planner! Non lo dico per difendere la mia categoria, ma per spiegare quanto ogni sposa abbia bisogno di una spalla. Il rischio, da sole, è sempre quello di strafare e organizzare cerimonie prive di equilibrio; un occhio esterno è indispensabile, anche nel look. L’abito deve renderti bella, non cambiarti i connotati: se fra make up e vestito il tuo fidanzato quasi non ti riconosce, è un problema.

Come dev’essere scandita la giornata?
Meglio avere una scaletta, per capire come si intratterranno gli ospiti in ogni momento. Quanto tempo si dedicherà al cocktail, quanto al pranzo o alla cena, a che ora il taglio della torta… tutto dovrà essere fluido e rilassante: ricordando che per qualsiasi invitato, restare seduti a tavola più di due ore è il maggior timore.

I dettagli da non trascurare?
Distribuire equamente il budget: catering, dj, decorazioni, persino luci. Spesso vedo sposi che si concentrano sul menu e dimenticano completamente la musica, che in realtà è una delle basi del divertimento. Per gli stranieri, non a caso, è fra le prime voci. Bisogna creare un evento memorabile che resti nei ricordi degli ospiti, non solo offrire ottimi piatti.

ENZO MICCIO 
Wedding planner
via Quintino Sella 3, Milano
tel. 02.89368936
enzomiccio.com

LO SPECIALE SPOSA 2018

GLI INDIRIZZI CONSIGLIATI DA 3 ESPERTI DEL SETTORE

Florian Akinbiyi consiglia un brindisi in funivia
flo-akinbiyi.com
Florian Akinbiyi, tedesco innamorato delle Dolomiti e della moglie Alexandra di Vipiteno, organizza matrimoni e eventi tra l’Italia e Dubai. Il suo indirizzo di punta è il Rifugio Luigi Gorza, innovativo ski resort con spettacolare affaccio sulle montagne. Dove la terrazza è sempre aperta (con sedute termiche), la cucina è gourmet e la festa da ballo… infinita.

Dentro, ambienti di charme e l’unica cucina gourmet in altissima quota delle Dolomiti. Fuori, le guglie e i pinnacoli del Sella, i ghiacci eterni della Marmolada e le discese con gli sci del comprensorio di Porta Vescovo e del mitico Sellaronda, il tour dei quattro passi ladini. Sono questi gli elementi che rendono speciale il Rifugio Luigi Gorza, innovativo ski resort a 2.478 metri di altezza.

Già l’arrivo è magico, in funivia: suggerisco di iniziare con un brindisi lì, nelle grandi cabine che possono accogliere anche 50 ospiti. La salita con l’impianto suggerisce lo stile che consiglio di dare al ricevimento, come un viaggio tra diversi spazi. Una volta su, ad accogliere sposi e invitati è il Solarium, terrazza coperta con un incredibile affaccio sulla Marmolada e una capienza di 200 persone: ecco il secondo brindisi, per dare il benvenuto a tutti. Il ricevimento inizia con gli antipasti nella veranda, racchiusa da enormi vetrate, o sul terrazzo del Bistrot, riscaldato da pellicce sulle sedute. La cena può continuare qui o nel ristorante Viel dal Pan, con le sorprese della cucina del giovane e talentuoso chef Ivan Matarese e della vista sul gruppo del Sella. Per la festa si ritorna in Veranda, che può essere velocemente trasformata in una vera discoteca, dove scatenarsi nelle danze. Anche fino alle 2 del mattino.

Rifugio Luigi Gorza
Porta Vescovo di Arabba, Arabba (Bl), tel. 0436.79244 (fino a 100 ospiti; prezzo medio 120 euro).
dolomitiportavescovo.it

Sabrina Gambato punta sulla charme cittadino della villa liberty fresca di restauro
tiamotisposo.com
Sabrina Gambato è la titolare dell’agenzia “Ti amo Ti sposo”. Dopo una carriera nel lusso, ha scelto questo lavoro che unisce creatività, buon gusto e tanta professionalità. A Varese, una villa Liberty che ha fatto la storia diventa location per nozze eleganti a tutto comfort. Per celebrarle, c’è la chiesetta all’ingresso o il Comune a pochi passi

In centro città, ma circondata dal verde, Villa Esengrini Montalbano è la nuova arrivata tra le location di nozze, aperta da poco dopo un sapiente restauro. Dal 1874 si erge sulla sommità di uno dei sette colli su cui si adagia Varese, quello da cui prende il nome. Al gran giorno regala un’atmosfera colma di storia: per la struttura, opera dell’architetto Alemagna che scelse lo stile Neoclassico-Liberty, e per l’evento che la vide protagonista. Qui venne infatti ufficializzata la Liberazione con l’elezione del nuovo sindaco di Varese, il 24 aprile 1945.

Splendida in estate, Villa Esengrini Montalbano è ideale anche in inverno perché ha un’elevata capienza interna. Si compone di due edifici modulabili, la villa storica e le scuderie, usabili insieme o singolarmente. Mentre per un matrimonio intimo consiglio la palazzina antica, con i saloni affrescati, per quelli più ampi le scuderie assicurano grandi spazi, grazie alla corte centrale coperta dal tetto in vetro e le due stanze. Gli allestimenti seguono il carattere delle due strutture: romantici nella dimora storica, più moderni o alla Grande Gatsby nelle scuderie. La villa è anche comoda: la cerimonia religiosa può essere nella bella chiesa della Motta, posta davanti all’ingresso, mentre per quella civile, il Comune dista appena 300 metri.

Villa Esengrini Montalbano
via degli Alpini 5, Varese, tel. 349.1800972 (fino a 200 ospiti; prezzo su richiesta).
villamontalbano.com

Lorella Damiani propone una ex cascina nel verde della Brianza
campdicentpertigh.it
Lorella Damiani, architetto e ex arredatrice di interni, è la titolare del ristorante. Ha un forte senso per le sottigliezze estetiche, e un’empatia che la mette in sintonia con gli sposi. Un tempo convento, questa ex cascina nel verde della Brianza accoglie gli invitati con il camino acceso. In un incantevole salone tra profumo di legna, ricette d’antan e tovaglie di pizzo.

Il nome viene dalle dimensioni dei terreni all’intorno, cento pertiche, l’antica unità di misura agreste usata nel Nord Italia. Ma anche da un’espressione dialettale che significa “siamo ancora qui, niente è cambiato”. E Càmp di Cént Pertigh conserva davvero il sapore del tempo che fu, nei menu e negli ambienti. Lo fa con l’intento di offrire uno spazio domestico dove gli sposi possano essere loro stessi, senza le ingessature del gran giorno, e gli ospiti sentirsi come a casa loro. Il calore del mattone, il profumo dei legni, il camino scoppiettante, i decori di gusto sono accostati ai mobili trovati nei mercatini italiani e francesi. Un insieme che invita a rilassarsi, a far vincere le emozioni e i sentimenti.

Nato nel ’600 come convento, diventa un paio di secoli più tardi una cascina in tipico stile lombardo. Il restauro di 20 anni fa ripristina il portico, che anche in inverno, chiuso e riscaldato, accoglie l’aperitivo. Trasforma il fienile nel salone, con le pareti in mattoni e le antiche capriate. A renderlo colmo di fascino, ecco i tavoli imperiali attorniati dalle sedie Vecchia Milano, apparecchiati con peltri, centrini della nonna, tovaglie in pizzo, ceramiche, cristalli. Con un amore per il passato che non ha parentela con la nostalgia. Ma seduce il cuore.

Càmp di Cént Pertigh
viale Trento e Trieste 63, Carate Brianza (MB), tel. 0362.900331 (fino a 120 ospiti, prezzo medio 100 euro).
campdicentpertigh.it

‘);
}

Leggi Anche

La Festa dei Cuochi, storia di una bella Italia

La Festa dei Cuochi, storia di una bella Italia

Da 40 anni a Villa Santa Maria (Ch) si celebra una festa dedicata a tutti …