lunedì , giugno 17 2019
Home / Vivere Bene / Meditazione a scuola Primaria
Meditazione a scuola Primaria

Meditazione a scuola Primaria

Scritto da La Redazione

Martedì 11 Giugno 2019 15:31

Un anno di yoga tibetano col maestro Nicola Murro. Lezione aperta alle famiglie

La pratica dello yoga, come strumento pedagogico, educa i bambini all’accoglienza e all’accettazione, li aiuta ad avere una maggiore attenzione verso il proprio corpo e a capire meglio le proprie emozioni.

Sono questi solo alcuni degli obiettivi che si pone l’insegnamento dello yoga tibetano nell’Istituto Comprensivo di Turi, uno dei pochi istituti scolastici italiani dove è praticato lo yoga e la meditazione nelle ore didattiche con l’insegnante Nicola Murro.

“È di qualche giorno fa la notizia che il governo inglese ha deciso di introdurre la meditazione mindfulness come materia in 370 scuole inglesi con l’obiettivo di migliorare la salute mentale dei ragazzi. La sperimentazione andrà avanti fino al 2021” – ha parlato l’esperto ai genitori presenti ad una lezione aperta di meditazione realizzata giovedì e venerdì pomeriggio presso la palestra del Comprensivo.

Quattro, per ora, le classi coinvolte nel progetto, dalla prima alla quarta A, tutte del tempo pieno, che per un’ora a settimana partecipano al progetto “Yogando”. Un progetto avviato dal 19 novembre scorso, con l’obiettivo di “Imparare l’arte della felicità”.

“Il progetto – ci spiega l’insegnante – mira a potenziare le capacità interiori del bambino, attraverso un percorso fatto di respirazione, meditazione attiva e controllata, la conoscenza del proprio corpo attraverso l’esecuzione yogica dei cinque riti tibetani, l’ascolto della musica rilassante e l’uso della risata”. Un progetto sicuramente interessante da applicare ai piccoli, ma apprezzato anche dai genitori presenti alla lezione aperta, che hanno partecipato, dai loro posti, all’esecuzione di alcuni movimenti e alla risata, subito coinvolgente.

Felici i bambini al termine della lezione, tutti paghi della distensione e del rilassamento che le pratiche dell’insegnante Murro hanno loro donato. “Grazie al maestro che ha portato nella nostra piccola Turi lo yoga per i bambini!” – ha commentato con sorpresa una piccola studentessa.

Ed è quello che la meditazione regala che stimola i piccoli a seguire passo dopo passo i comandi del maestro che, con il gioco, è riuscito ad appassionare i bambini a tecniche di Qi gong, attraverso movimenti che lavorano sull’energia del corpo, andando a migliorare postura e movimento, concentrazione mentale e meditazione. Ne beneficia infatti non solo il sistema nervoso, ma si potenzia anche il sistema immunitario e l’apparato cardiocircolatorio. Il Qi gong consente infatti di rafforzare le funzioni cerebrali, lavorare sulla formazione del carattere e cosa non di poco conto, migliorare lo stato di salute psicofisica.

A questo, si uniscono le pratiche dei cinque riti tibetani, esercizi di stretching e sforzo isometrico/isotonico combinati con il controllo della respirazione. I benefici dei cinque tibetani riguardano l’incremento dell’energia, della chiarezza mentale e della capacità di concentrazione; rafforzano e operano una maggior flessibilità dei muscoli; migliorano la respirazione; rafforzano il corpo; riducono lo stress; donano calma mentale e rallentano il processo di invecchiamento del nostro corpo.

Ma è il saluto finale che definisce il principio del progetto: “Nam-myoho-renge-kyo”. Il Maestro, attraverso le sue parole infonde energia agli allievi, rispettando uno dei mantra più efficaci del buddismo. È il principio secondo cui le persone comuni, sforzandosi con coerenza, sicuramente trionferanno. Recitare Nam-myoho-renge-kyo significa rispettare la dignità e le infinite potenzialità delle nostre vite ordinarie, facendo emergere la pura energia fondamentale della vita; è l’impegno a non cedere mai alle difficoltà e a vincere sulle proprie sofferenze.

L’augurio delle famiglie è di proseguire questo cammino energetico e spirituale, oltre che fisico, con la meditazione, aprendo chissà anche le porte alle famiglie, per un percorso che coinvolga grandi e piccini.

C.D.

Aggiungi commento

Leggi Anche

Sportello per i diritti degli animali, da lunedì di nuovo operativo

Sportello per i diritti degli animali, da lunedì di nuovo operativo

VITERBO – Sportello per i diritti degli animali, lunedì prossimo la riattivazione. A comunicarlo è …