Home / Vita di Coppia / Messina, giovane ustionata difende l’ex: non è stato lui

Messina, giovane ustionata difende l’ex: non è stato lui

Messina ospedale (LaPresse/Carmelo Imbesi)

10 gennaio 2017Accusato di avere cosparso di benzina e avere dato fuoco alla sua ex donna, trova la piu’ strenua difesa in lei che, ricoverata in ospedale, urla: ‘non e’ stato lui, hanno fermato un innocente’. Eppure per la Procura di Messina non ci sono dubbi e’ stato l’ex di 25 anni, Alessio M., ad aggredire Ylenia, 22 anni, perche’ non riusciva ad accettare che lei lo avesse lasciato e si rifiutava di riallacciare la loro relazione. 


Ylenia in ospedale: “Non è stato il mio Alessio”
“Non è stato lui, hanno arrestato un innocente”. Così Ylenia Grazia Bonavera grida dalla sua stanza in ospedale, difendendo il fidanzato 24enne, accusato di averle dato fuoco e che si è costituito alla polizia di Stato. L’audio è riportato dal sito di Repubblica. Dalla Questura di Messina si apprende che la giovane ha chiesto di essere sentita urgentemente.

   

La mamma di Ylenia: “Lei dice che non è stato Alessio”
Ylenia “ha cercato di spegnere le fiamme con le mani, poi ha avuto la forza di chiamare la vicina di casa” che, a sua volta, ha avvertito il 118. A raccontarlo ai cronisti è Anna Giorgio, la mamma di Ylenia Grazia Bonavera, la 22enne a cui il fidanzato Alessio avrebbe dato fuoco dopo averla ricoperta di benzina. “Le ho detto di denunciarlo – dice ancora la donna – ma lei ora dice che non è stato lui… non lo so… ma se lui ora è in carcere vuol dire che ha fatto qualcosa. Voglio la verità”.

Mercoledì 11 l’interrogatorio
Intanto l’interrogatorio del venticinquenne di Messina sottoposto a fermo di polizia giudiziaria come presunto autore dell’aggressione ai danni della sua ex, è stato fissato per mercoledì mattina 11 gennaio. La ragazza di 22 anni è ricoverata nel reparto di chirurgia plastica del Policlinico di Messina con ustioni sul 13% del corpo, ma non è in pericolo di vita. Alessio Mantineo si trova rinchiuso nel carcere di Gazzi dopo essersi consegnato alla polizia, accompagnato dal proprio avvocato.

L’aggressione si è verificata domenica mattina, in un’abitazione del quartiere di Bordonaro dove vive la giovane. Secondo quanto ricostruito fino a questo momento dagli investigatori, lui si sarebbe presentato alla porta di mattina presto versandole del liquido infiammabile, appiccando il fuoco con un accendino e allontanandosi subito dopo. La ragazza è stata soccorsa e trasportata in ospedale. Il giovane si è poi presentato in questura accompagnato dal suo legale, Salvatore Silvestro, ma non ha detto nulla. Per il momento ha preferito tacere in attesa dell’interrogatorio.

Leggi Anche

ROMANOTIZIE.IT – Al Cometa Off va in scena PUNTI DI VISTA: la …

 Municipio I  Testaccio  Teatro, cabaret, balletti Al Teatro Cometa Off dal 26 al 29 gennaio …