venerdì , luglio 19 2019
Home / Sessualità e Amore / Millenials e religione: la vocazione religiosa cattolica sta tornando
Millenials e religione: la vocazione religiosa cattolica sta tornando

Millenials e religione: la vocazione religiosa cattolica sta tornando

Una bella inchiesta pubblicata da Elle qualche tempo fa titolava “Dio è morto?”, e metteva al centro di un’analisi appassionata e curiosa verso ogni tipo di credo, il fatto che la generazione Z sembrasse la più indifferente, ma non avversa, alla religione. Ebbene, pare che, invece, tra i Millenials, ovvero i cugini grandi dei teen ager di oggi, ci sia un ritorno piuttosto importante in termini di numeri, alla religione, attenzione, cattolica.

Ovvero quella che, con i suoi dogmi e le sue restrizioni più severe rispetto a protestantesimo e luteranesimo, dovrebbe in teoria sposarsi meno allo stile di vita dei 20-30 something moderni. E invece un’altra inchiesta, questa volta dell’Huffington Post USA, ha in questi giorni dimostrato qualcosa che, in tutta onestà, ci ha sorprese e non poco: il ritorno al cattolicesimo di tanti, specie di coloro che fino agli anni dell’Università si erano magari proclamati progressisti, razionalisti, atei.

Fino a dieci anni fa, nel mondo e negli Stati Uniti in particolare, che gli scandali sessuali che avevano coinvolto la Chiesa avevano messo in forte crisi i suoi fedeli: uno studio del Pew Research Center del 2008 ha rilevato che il cattolicesimo perse più aderenti alla fine del XX secolo rispetto a qualsiasi altra religione negli Stati Uniti. Circa un terzo degli americani cresciuti cattolici riferì di aver lasciato la chiesa.

La questione, davvero terribile, colpì anche il sacerdozio e la sua comunità di suore. Ecco qualche dato: nel 1965, l’America aveva 180.

000 religiose professe perpetue, il termine tecnico per le donne che hanno promesso la propria vita alla castità, alla povertà, all’obbedienza e al servizio della chiesa. Entro il 2010, tale numero è diminuito a meno di 50.

000. Nel 2009, in America c’erano più suore con più di 90 anni che con meno di 60 anni.

Ma poi qualcosa si è capovolto. Dopo 50 anni di declino, il numero delle giovani donne che “scelgono la vita religiosa” – o che attraversano il lungo processo per diventare una sorella cattolica – è in sostanziale aumento.

Nel 2017, il 13% delle donne di età compresa tra i 18 e i 35 anni che hanno risposto a un sondaggio condotto da Georgetown University sui cattolici americani ha riferito di aver pensato di diventare una sorella cattolica. Sono più di 900.

000 giovani donne, abbastanza per ripopolare l’universo di “donne religiose” che sembrava destinato a una progressiva estinzione, almeno in USA. Ovviamente le moderne aspiranti sorelle, non sono come quelle vecchie.

Il novanta percento delle suore americane nel 2009 è stato identificato come bianco; l’anno scorso, meno del 60 percento dei nuovi entranti nei conventi lo era. Sono anche più giovani: l’età media per compiere l’ultimo passo nella vita religiosa dieci anni fa era 40.

Oggi, sono 24. Hanno un’educazione di alto o altissimo livello.

Questi 20-somethings neo cattolici sono come i loro coetanei e cioè non degli asceti distaccati dalla modernità e diffidenti verso social e tecnologia, bensì, proprio come gli altri 20-somethings, presenti su Instagram e YouTube. Alcuni addirittura si interrogano su quale ordine religioso fare proprio un sito web chiamato VocationMatch.

com, in pratica un’app di appuntamenti per le suore.

Il dato davvero interessante sul ritorno dei giovani americani alla religione è che essi siano attratti dalla sua forma più severa e più, se vogliamo, antiquata.

L’ebraismo ortodosso sta diventando più popolare tra i giovani americani oggi rispetto ad altre sette ebraiche più liberali. La maggioranza degli ebrei americani che sono riformati o conservatori ha più di 50 anni, mentre la maggioranza degli ebrei ortodossi qui ha meno di 40 anni.

Le appartenenze a sette “protestanti” come il luteranesimo stanno invecchiando rapidamente mentre altre confessioni cristiane dottrinali – battisti, cristiani ortodossi – hanno aderenti più giovani. Uno studio affascinante ha dimostrato che i millenials – persino i protestanti e gli atei – sono attratti dalle chiese con altari dorati vecchio stile così come i giovani americani sono spesso più propensi degli anziani a credere negli elementi centrali delle credenze religiose tradizionali come il paradiso e l’inferno, i miracoli e gli angeli, e i giovani religiosi sono più propensi di quelli più anziani ad affermare che la loro fede è “l’unica vera strada per vita eterna.

“I sondaggisti hanno anche osservato che i giovani in America sembrano più aperti di quanto i loro genitori o i loro nonni fossero per l’autoritarismo, come se possedessimo un desiderio nascosto di essere governati (come se fosse una specie di sollievo rispeto a tutto ciò per cui dobbiamo lottare, tener duro, spremerci forze e meningi). Racconta, infine, la giornalista Eve Fairbanks: “Diverse persone a cui ho suggerito, recentemente, che gli americani potrebbero diventare più religiosi, hanno detto che non poteva essere vero.

Hanno fatto riferimento ai sondaggi che affermano che la Generation Z è la generazione più non dogmatica e ateista di sempre. Ma la verità è che è incredibilmente difficile leggere i giovani americani.

È possibile trovare sondaggi e notizie che indicano che sono più flessibili sulle questioni di genere, o al contrario più rigidi nei ruoli di genere tradizionali, più ribelli, o più moralisti su droghe e sesso e vi dicendo”. Questo perché l’adolescenza è così, lo sappiamo dalla notte dei tempi.

La vera novità è che, scavallata quella fase un po’ folle, pare stia tornando il bisogno di sentire un’appartenenza diversa rispetto a quella del mondo materiale. Un amore diverso.

Una gioia diversa. E finché si parla e si ragiona in termini di amore, gioia e appartenenza, davvero nulla di male può accadere.

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI ELLE.IT

LEGGI ORA

<img style="max-width: 760px" src="http://www.

saluteperme.com/wp-content/plugins/OxaRss/images/5b889a999d674d33cac506a1492827fd_isabella-ferrari-figli-teresa-osti-2-1562331456.

jpg” />

LEGGI ORA

<img style="max-width: 760px" src="http://www.saluteperme.

com/wp-content/plugins/OxaRss/images/5b889a999d674d33cac506a1492827fd_serena-williams-harper-1562749479.jpg” />

LEGGI ORA

#####IMG000000000#####
saluteperme.com/wp-content/plugins/OxaRss/images/58cf047f5389ff9a4d6e31f74b9d6c3f_t-shirt-bianca-reggiseno-colore-1562583345.

png” />

LEGGI ORA

.

Leggi Anche

Paolo Fox oroscopo Ariete dal 15 al 21 luglio

Paolo Fox oroscopo Ariete dal 15 al 21 luglio

Paolo Fox ci regala l’Oroscopo per la settimana dal 15 al 21 Luglio: previsioni per …