sabato , settembre 22 2018
Home / Medicina Oggi / Naturopatia: scienza di ieri o di oggi?
Naturopatia: scienza di ieri o di oggi?

Naturopatia: scienza di ieri o di oggi?

Napoli, 13 Marzo – “La radice di ogni salute è nel cervello. Il suo tronco è nell’emozione. I rami e le foglie sono il corpo. Il fiore della salute fiorisce quando tutte le parti lavorano insieme.” Cosi citava un antico proverbio curdo, emblema di quella teoria secolare che la vera salute sta nell’equilibrio. Oggi sentiamo tanto parlare di Medicina naturale, Naturopati ed ancor prima di New Age e, per arrivare ai giorni nostri, Coaching ,ma realmente stiamo parlando di metodologie moderne? Gli italiani sono sempre più attenti alla cura della propria salute, dato dimostrato dalla crescita del numero di nostri connazionali, donne e uomini in egual misura,  che acquistano prodotti di erboristeria per il proprio benessere o per la cura della propria persona preferendo, in molti casi, i cosiddetti fitofarmaci (farmaci di origine naturale) a quelli classici. In Italia, infatti, secondo gli ultimi dati Eurispes (istituto di studi politici, economici e sociali), oltre un italiano su 5 (21,2%) fa uso di medicinali non convenzionali (+6,7% rispetto al 2012) e la fitoterapia si colloca al secondo posto (58,7%) come rimedio naturale più diffuso, preceduto dall’omeopatia (76,1%). Con un giro di affari di queste dimensioni non si può più parlare di mode passeggere o trend del momento ma di vera e propria modifica delle abitudini degli Italiani, forse ancora più corretto sarebbe parlare di ritorno al passato, dopo il boom dei farmaci tradizionali. Si perché l’Italia vanta una cultura storica di medicina popolare, esempio di una cultura millenaria di medicina naturale.

La vera origine della diatriba fra medicina ufficiale e quella naturale sta proprio nell’approccio al malanno o malattia. La medicina naturale infatti considera il malanno come sintomo di un malessere o un squilibrio più profondo che va ricercato in quel meraviglioso sistema che costituisce l’uomo , composto da: Parte Fisica ,Parte Emozionale, Parte Energetica e contatto con l’esterno. Parti che in se già sono micro mondi perfetti, con i loro equilibri interni, interagenti fra loro nel formare un Equilibrio più grande, alla base della salute dell’uomo stesso. Quindi il malanno non è più semplicemente un qualcosa da curare come fine a se stesso ma sintomo di qualcosa di più grande ,non si cura il sintomo ma si lavora sulla causa scatenante e soprattutto sulla prevenzione dell’equilibrio stesso.

La Naturopatia è quindi un insieme di pratiche che tratta quelle varie parti di cui parlavamo sopra, nel loro insieme. Troviamo tecniche e filosofie  antiche come: Reiki(Riequilibrio Energetico),cromo puntura(L’arte dello shiatzu e dell’agopuntura abbinata a fasci di luce colorata), Cromoterapia(Terapia che si basa sull’interazione delle vibrazioni energetiche fra i colori e il corpo umano o l’oggetto che trattiamo) Riflessologia Plantare (Tecnica antichissima le cui origine storiche risalgono all’Egitto , alla Cina e all’India,già 5000 anni fa, che si basa sulle zone riflesse della mano e del piede) Shiatzu (L’arte del massaggio e dello digitopressione)Cristalloterapia (Interazione di riequilibrio energetico dal contatto con le vibrazioni dei cristalli e dei minerali), Aromaterapia (Utilizzo delle essenze per riequilibrare), ma anche Bioenergetica, Iridiologia, Fiori di Back , Coaching, Pnl, Motivazione , Alimentazione naturale e Biopsicosomatica. Il tutto basato sul ritrovo di quel rapporto Uomo-Natura e sul principio di Autoguarigione.

Ovviamente parlando di equilibrio non si può non precisare che la medicina alternativa collabora e integra la medicina ufficiale: a dispetto dei casi di cronaca più recenti dove spesso il fanatismo ha preso il posto della ragione. Quindi si ai controlli medici e si alle cure, soprattutto nei casi più gravi dove la Naturopatia interviene a supporto psicologico ed energetico, proprio per aiutare l’uomo a predisporsi al meglio alle cure.

Essendo anche essa un scienza affidatevi a professionisti evitando il fai da te, proprio perché l’uomo è un equilibrio complesso ma delicato, dove il professionista vi indicherà la strada giusta per il vostro benessere, anche perché gli elementi, anche se naturali, non sono completamente esenti dal rischio di allergie e controindicazioni, che il terapista, conoscendovi dopo una consulenza conoscitiva, può prevenire, oltre a fornire o consigliare prodotti di qualità, per non farvi incorrere nei pericoli di prodotti non qualitativamente validi , spacciati per naturali, dietro un attento studio sulle materie prime e certificazioni. Se voleste approfondire gli argomenti trattati, segutemi nel mio blog “Amaresestessi” ( www.amaresestessiweb.wordpress.com),  dove si parla di naturopatia e benessere naturale a 360 gradi. Perché per stare bene bisogna amare se stessi quindi prendiamo dal passato il meglio, convogliandolo nell’Oggi.

 

 

   

 

     

     

Leggi Anche

Test di Medicina 2018: i risultati quando saranno online oggi?

Test di Medicina 2018: i risultati quando saranno online oggi?

Test di Medicina 2018: i risultati quando saranno messi online oggi? Alcune indicazioni su possibile …