domenica , maggio 26 2019
Home / Vivere Bene / Progetto Media, parola d’ordine: "Prevenzione"
Progetto Media, parola d'ordine: "Prevenzione"

Progetto Media, parola d’ordine: "Prevenzione"

Quattrocentoventisei studenti. Un numero molto elevato di ragazzi sottoposti a controlli da parte dei volontari dell’associazione “Salute e Sicurezza” che grazie alla collaborazione con Granoro anche quest’anno hanno offerto un importante contributo alla prevenzione delle malattie in età preadolescenziale. La mission del “Progetto Media” è proprio questa: diffondere la cultura della prevenzione come primo vero deterrente allo sviluppo delle malattie. E, anche quest’anno, il Progetto Media si è rivelato un prezioso strumento di prevenzione, anche grazie all’importante collaborazione con i reparti di Cardiologia e Pediatria dell’Ospedale Umberto I di Corato e dell’ortottista e posturologo dott. Simone Loiodice.

I risultati degli screening sono stati illustrati nel consueto incontro di fine progetto, che quest’anno è giunto alla sua ottava edizione. In questi anni il Progetto Media ha consentito di sottoporre a controllo oltre 3000 studenti. In alcuni casi, grazie a questi controlli preventivi, è stato possibile individuare delle patologie sino ad allora non diagnosticate.

Alla giornata di presentazione dei risultati hanno preso parte: Roberto Mazzilli, Matteo Mazzilli e Rina Recchia, dell’associazione Salute e Sicurezza Onlus che hanno ricordato le figure del compianto Aldo Muggeo de del “maestro di vita” Attilio Mastromauro.
La parola dunque a coloro che materialmente hanno eseguito le visite sugli studenti delle scuole medie di Corato: il dott. Claudio Paolillo, responsabile dell’U.O. di cardiologia dell’Umberto I, il dott. Giovanni Ciccarone, responsabile dell’U.O. di pediatria e neonatologia dell’ospedale coratino e la dott.ssa Angela Leaci, direttore medico del P.O. San Paolo.

I risultati dell’ottava edizione hanno evidenziato come il numero degli studenti sovrappeso sia prossimo al 20%, mentre gli obesi hanno superato il 10%. Un dato, come evidenziato dal primario di Pediatria dott. Ciccarone, in linea con la media italiana ma che non può essere trascurato. Pertanto, ha suggerito Ciccarone, è importante adottare uno stile di vita sano e corretto, con esercizi fisici che non necessariamente devono essere svolti in palestra: anche una semplice camminata negli spostamenti può essere utile a prevenire i problemi legati all’obesità.

Degli studenti visitati, 23 sono stati sottoposti ad eco – cardio.

Anche per la VIII Edizione il Progetto Media ha potuto contare sulla preziosa collaborazione di Granoro e della Famiglia Mastromauro, partner sensibili della lodevole iniziativa. La famiglia Mastromauro ha donato all’Ospedale Umberto I di Corato apparecchiature in grado di accrescere l’efficienza del reparto di Pediatria: in particolare, l’azienda si impegnerà ad acquistare unVein Viewer Flex, dispositivo di imaging per l’accesso vascolare altamente portatile utilizzabile per la visualizzazione del patrimonio venoso periferico a Raggi Infrarossi Corti e fonte luminosa esclusivamente a led. Questa nuova strumentazione si aggiungerà alle donazioni effettuate da Granoro in questi anni al Reparto di Cardiologia per elevare qualitativamente l’attività diagnostica, rilevare anomalie dell’apparato cardio-circolatorio e salvare vite umane: nel 2011 l’elettrocardiografo portatile, nel 2012 quattro monitor multiparametrici, nel 2013 l’ecografo cardiaco portatile, nel 2014 un Kit Hi-Tech per le prove da sforzo, nel 2015 l’azienda ha dotato ciascun plesso di Scuola Media, con i relativi Istituti Comprensivi di un defibrillatore automatico, strumento fondamentale per ristabilire il battito regolare del cuore, in caso di un arresto cardio-respiratorio, nel 2016 e nel 2017 nuove apparecchiature elettromedicali in dotazione al reparto di cardiologia e nel 2018 nuovi elettrocardiografi.

«Il progetto fa parte di un percorso completo per il suo approccio medico scientifico e per l’approccio che parte da una educazione alimentare che diviene la base per ottenere risultati in termini di salute. Mantenere un ottimo stato di salute attraverso l’alimentazione è la base per affrontare meglio eventuali patologie che nella vita possano verificarsi o addirittura evitare che alcune patologie, come l’obesità si manifestino» ha affermato la dott.ssa Marina Mastromauro, ai microfoni dei giornalisti.

Al termine della giornata sono stati resi noti i nomi dei vincitori del Concorso #videoricettiamocongranoro, proposto agli studenti dal Progetto Media per l’anno scolastico 2018/2019 e finalizzato alla prevenzione delle malattie cardio-vascolari legate alle scorrette abitudini alimentari e da uno stile di vita sedentario. Il concorso ha previsto la realizzazione da parte di ogni classe di una video ricetta (a basso apporto calorico) con prodotti forniti dal Pastificio Granoro ai quali potranno essere abbinati alimenti seguendo le frequenze che la “piramide alimentare” indica, in modo da poter essere certi di assumere alimenti che uniscono sapore e salute in maniera intelligente.

Vincitori del concorso sono risultati: Scuola “A. De Gasperi” – Focaccia integrale Granoro – 1°B; Scuola “Giovanni XXIII” – Spaghettoni BioGranoro varietà senatore Cappelli con cardoncelli – 1°B; Scuola “Santarella”; – Fusilli Granoro con zucchine e noci – 1°B, 1°C, 1°E, 1°F Scuola “Imbriani” – Approfondimento sulla piramide alimentare – 1°A.

Leggi Anche

Mens sana, a Longiano gli utimi appuntamenti della Wellness week

Mens sana, a Longiano gli utimi appuntamenti della Wellness week

Sabato 25 e domenica 26 maggio ultime giornate della Wellness week, la Settimana del benessere …