Home / Sessualità e Amore / Suzanne Vega, il nuovo disco e le date in Italia

Suzanne Vega, il nuovo disco e le date in Italia

gzfihLxA

Micol De Pas

Il filo rosso che collega tutti i suoi lavori è l’immersione nei sentimenti più veri delle persone. Suzanne Vega, infatti, è un’attenta indagatrice dell’animo umano in forma di canzone. Dai tempi ormai lontani di Luka, che parlava delle vicende di un ragazzino che aveva subito violenze, fino alle storie in musica di questo ultimo album. Una sorta di omaggio alla scrittrice americana Carson McCullers, il nuovo disco Lover Beloved: An Evening With Carson McCullers è in uscita il 14 ottobre per Cooking Vinyl, ma Suzanne Vega presenterà già alcuni brani durante le date dell’imminente tour italiano (dal 17 al 24 luglio). Ne abbiamo parlato con lei.

Partiamo dall’album in arrivo. Perché ha scelto di dedicarlo a Carson McCullers?

“Carson McCullers è una scrittrice americana nata nel 1917 che ha vissuto e lavorato negli anni 50 e all’nizio dei 60. Ma i suoi temi sono estremamente attuali: ha scritto di problemi razziali, di genere, sessuali, di coppia e, in senso più ampio, degli oppressi. E io come spirito mi sento vicina a lei”.

Guardando le vostre biografie avete qualche elemento in comune tra letteratura e musica.

“In realtà io nasco ballerina e non musicista. Lei invece ha avuto una formazione musicale e sognava di diventare una grande pianista. Però sicuramente ci accomuna il bisogno di esprimerci attarverso la performance. In più c’è il fatto che io sono nata e cresciuta in un quartiere nero e portoricano in cui io ero quella diversa. Carson McCullers era a sua volta un’outsider e per sua attitudine personale è stata tale per tutta la vita. Per questo parla di umanità nei suoi scritti, e di amore come veicolo per creare una connessione tra le persone. Declinato in molti modi diversi, che fosse l’amore per il marito, per un’altra donna o quello che tiene unite le persone”.

Il suo precedente lavoro parlava dispiritualità. Si può considerare questo disco come uno sviluppo del precedente dal punto di vista dei temi?

“Nel disco scorso parlavo di spiritualità e materialismo, cioè dell’importanza di trovare un bilanciamento tra soldi e spiritualità. In qualche modo questa ultima ricerca introspettiva va in quella direzione, ma in realtà Lover Beloved è un progetto a sé, che non può essere considerato come il completamento del precedente, perché raccoglie canzoni che ho scritto in periodi molto diversi della mia vita e lungo un arco temporale molto ampio”.

In fondo si parla di libertà in queste canzoni…

“Il vero tema è l’amore. Certo, Carson era libera quando si esprimeva sull’amore o lo raccontava, ma non era libera nel viverlo. La sua è stata una vita difficile, fatta anche di depressioni e tentativi di suicidio, di malattia fisica, di un amore tormentatissimo con il marito (che a sua volta poi è morto suicida) e di amori per altre donne”.

E per lei, cos’è l’amore?

“L’amore è la vita: penso che l’umanità non possa farne a meno. Ha a che fare con la capacità tutta umana di aiutarsi ed è il bene più preziodso che abbiamo. Ma non basta mai”.

Può essere anche opprimente chi lo prova?

“Sicuramente sì. Può causare anche molta infelicità”.

Nel nuovo album c’è una canzone intitolata Annemarie. Chi era?

“Annemarie è la donna di cui si innamora Carson McCullers. Viene idealizzata perché ricca, bella, libera. Ma, appunto, era una idealizzazione: in realtà anche lei era una donna molto sofferente. E in questo brano ne racconto la storia”.

E poi ce n’è uno dedicato ad Harper Lee. Perché?

“Altra scrittrice e altro riferimento per me. Più giovane della McCullers ma in qualche modo connessa a lei per la capacità critica e per la libertà che si sono concesse entrambe di esprimerla”.

Il disco uscirà a ottobre, ma lei sarà in Italia dal 17 luglio per una serie di concerti. Sarà l’occasione per presentarlo?

“Porterò 4/5 canzoni nuove. Poi faccio quelle vecchie perché il pubblico si aspetta di sentirle, magari andandosene a casa ripensando a Luka o a Tom’s Diner“.

—————

Le date di Suzanne Vega in Italia:

17 luglio – GAVORRANO (GR) – Teatro delle Rocce
18 luglio – GENOVA – Lilith Festival
19 luglio – BOLOGNA – BOtanique
20 luglio – CODROIPO (UD) – Folkest
21 luglio – MERANO (BZ) – World Music Festival
23 luglio – TREVISO  – Suoni di Marca
24 luglio – PUSIANO (CO) – Buscadero Day Festival

Leggi Anche

Oroscopo di Branko 19 agosto 2017: lavoro, amore e salute dei segni

Oroscopo di Branko 19 agosto 2017: lavoro, amore e salute dei segni

Ha inizio un nuovo weekend. Cosa dicono le stelle per tutti i segni dello zodiaco …